Le nostre ragioni al nuovo Presidente dell'A4 Holding Carlos del Rio - Traforo di Verona
2208
post-template-default,single,single-post,postid-2208,single-format-standard,page-builder,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Le nostre ragioni al nuovo Presidente dell’A4 Holding Carlos del Rio

Partirà oggi un plico con una relazione che racconta un po’ di nostra storia e di nostre ragioni con un rinnovato invito al confronto.
Questi gli argomenti:
Ragioni della opposizione del comitato rispetto al progetto in questione
Sostegno della cittadinanza alle ragioni del comitato
Rifiuto dell’Amministrazione Comunale di dialogare con i cittadini contrari all’opera e di ammettere il referendum consultivo che era stato richiesto
Decisioni del Tribunale di Verona che qualificano la decisione del Comune di negare il referendum come illegittima e contrastante con i principi della nostra costituzione
Pronunciamenti della Autorità Nazionale anti-corruzione (Anac) e dei funzionari competenti del Comune di Verona che rendono doverosa la immediata chiusura della procedura di ‘project financing’
Illegittima reiterata decisione della Giunta Comunale di Verona di mantenere aperta la procedura.
Divieto legale di utilizzare l’eventuale contributo di 53 milioni di legge per finanziare l’infrastruttura principale
Scarso approfondimento del progetto, con particolare riferimento alle previsioni di traffico ed ai contenuti del piano economico-finanziario
Immodificabilità della composizione dei raggruppamenti temporanei
Inesattezza della affermazione del Sindaco di Verona in merito alla possibilità di “far partire subito” il progetto.
Duplice ruolo del sig. Flavio Tosi (sindaco di Verona e presidente di A4)

No Comments

Post a Comment

due × due =